Di Samuele Rizzo

La squadra di Mr. Sottil dopo un ottimo avvio di campionato (9 punti in 3 partite) è incappato in un periodo negativo ottenendo solo 4 punti nelle ultime 4 partite, situazione opposta al Lecce che dopo un avvio a rilento, ha ingranato la marcia e ha inanellato 4 vittorie consecutive.

Il sistema di gioco attuato dai bianconeri è un 4-3-1-2 con Fabbrini dietro alle due punte Dionisi e Bidaoui (o Iliev). Nelle ultime 4 partite la difesa ascolana ha sempre preso almeno due, sintomo che oltre ad un buonissimo attacco, i ragazzi di Sottil possono vacillare molto dietro soprattutto vedendo le ultime prestazioni di Coda & Co.

La squadra è in ritiro da ieri al Picchio Village alla quale si è aggregato, quindi disponibile, Iliev dopo la parentesi con la nazionale bulgara. Unico assente della gara sarà Buchel che dovrà scontare la seconda e ultima giornata di squalifica.

L’UOMO CHIAVE: il principale pericolo per la retroguardia giallorossa sarà sicuramente Federico Dionisi (vista anche la ormai lunga assenza di Sabiri). L’attaccante bianconero è un veterano della serie cadetta e già in passato ha fatto male al Lecce. Lucioni e tutto il reparto difensivo di Mister Baroni dovrà fare molta attenzione al brevilineo attaccante ascolano soprattutto visto che l’ultima volta che l’hanno affrontato ha lasciato il segno con una doppietta al Via del Mare fatale nella rincorsa alla Serie A.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here