di Sara Santoro

Compie oggi 35 anni il neo difensore del Lecce Fabio Pisacane. Un passato non sempre roseo, macchiato da una rara malattia, la sindrome di Guillain-Barré, che lo ha portato prima alla paralisi e poi al coma, ancora giovanissimo. Una brutta esperienza che ha rischiato di precludergli la carriera, ma prontamente affrontata e superata con grande forza e tenacia. La stessa che lo ha fatto diventare anche il simbolo della lotta contro il calcio malato quando, dopo essere stato acquistato dal Chievo, viene dato in prestito al Lumezzane. È qui che gli viene proposta una combine, che viene prontamente rifiutata e soprattutto denunciata. La svolta nella sua carriera arriva nel 2015, grazie all’acquisto da parte del Cagliari con il quale il difensore è stato legato per cinque stagioni e mezzo, esordendo in Serie A e collezionando 153 partite e 5 reti. Arrivato a Lecce da poco più di una settimana, Pisacane può essere l’uomo in più per Corini e per i giallorossi, grazie all’esperienza maturata nel corso degli anni ed alla sua tempra da guerriero buono che lo ha sempre contraddistinto. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here