SuperRodriguez a Cremona, Cremonese-Lecce 1-2

di Flavio de Marco

Dopo alcune prestazioni e risultati mortificanti i giallorossi provano il colpaccio a Cremona. Temperatura rigida, meno due gradi e tanta voglia di riscaldare la gara.
La Cremonese col 4-2-3-1 schiera Carnesecchi; Zortea, Ravanelli, Coccolo, Valeri; Castagnetti, Gustafson; Valzania, Gaetano, Baez; Ciofani. Lecce col modulo 4-3-1-2 mette in gioco Gabriel; Maggio, Lucioni, Meccariello, Gallo; Majer, Hjulmand, Bjorkengren; Henderson; Coda, Rodriguez Delgado.
I padroni di casa fanno suonare la carica da subito e passano in vantaggio dopo una manciata di minuti. La triangolazione a scapito dei difensori del Lecce è micidiale, Gaetano non perdona e sigla il vantaggio, 1-0 e giallorossi in affanno da subito.
I giovani talenti leccesi si fanno vedere dalle parti di Carnesecchi e danno qualche grattacapo agli avversari, ma, è sempre la Cremonese che attacca alla ricerca del raddoppio.
Bjorkengren dalle retrovie sbuca e sferra un bel colpo di testa su suggerimento dalle retrovie e sfiora il pareggio. La formazione di Corini, finalmente, punge e prova a fare male. Alla mezz’ora Pablo Rodriguez mette pressione e un suo assist spinge un difensore della Cremonese a farsi autogol, però, il talento spagnolo come sempre è decisivo. Il Lecce raddrizza il tiro e, tutto sommato, durante la prima frazione il match è stato equilibrato.
I ritmi sono bassi e non sembra cambiare la musica: esce il sole in tutti i sensi per il Lecce, il solito Rodriguez è presente quando serve, il suo farsi trovare pronto e al punto giusto dopo il tiro di Bjorkengren ribattuto da Carnesecchi è propiziatorio per il sorpasso, Cremonese – Lecce 1-2. Le potenzialità dei “campioncini” non sono di poco conto e Pecchia cambia: dentro Celar e Strizzolo per Valzania e Ciofani.
Gallo, per il Lecce, imbecca Henderson che sciupa una buona opportunità, il Lecce è vivo. Corini, dopo una bella occasione di testa di Bjorkengren, richiama il “gioiello” Rodriguez per Pettinari, venti minuti al termine ed il tecnico giallorosso prova a difendere oculatamente il risultato. La Cremonese effettua il doppio cambio fuori Gustafson e Valeri, dentro Pinato e Buonaiuto. Mister Corini fa riposare Majer ed Henderson per Nikolov e Pisacane.
Suda freddo la squadra Salentina quando Celar tira in porta dopo un guizzo notevole, la risposta di Gabriel non si fa attendere. Fuori Coda e Bjorkengren per Maselli e Yalcin, i due pronti a dare man forte nei quattro minuti di recupero.
Pettinari, si fa vivo in attacco e spara sull’esterno della rete. Espulso Ravanelli, molto attivo quest’oggi, per fallo su Maselli e somma di ammonizioni. I salentini chiudono in superiorità numerica.
Finalmente tre punti essenziali sono arrivati, tre punti scaccia crisi. Segnali importanti per i giovani e la consapevolezza che se si ha la fortuna di avere un fenomeno in casa va impiegato al massimo, il riferimento a Rodriguez Delgado è puramente voluto. Bravi tutti ed ora avanti così.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here