Trasferta in terra lombarda per i giallorossi che puntano a mantenere il trend positivo contro il Brescia di Pippo Inzaghi.
Brescia col 4-3-2-1 ed in campo Perilli; Mateju, Cistana, Chancellor, Pajac; Bertagnoli, Van de Looi, Bisoli; Jagiello, Tramoni; Moreo.
Lecce fedele al 4-3-3 schierando Bleve, Gendrey, Lucioni, Meccariello, Barreca, Majer, Hjulmand, Gargiulo, Strefezza, Coda, Di Mariano.
Il Lecce prova a costruire la sua manovra dal basso, ma, sono i padroni di casa a creare gioco.
Pajc si segnala come cliente scomodo per Lucioni che riesce a tenerlo a bada con la sua esperienza.
Tramoni al quarto d’ora tira ma debolmente: Bleve si fa trovare pronto. Dopo due minuti Strefezza non finalizzata per pochissimo dopo un batti e ribatti nell’area delle rondinelle. Alla mezz’ora strafalcioni di Perilli, Coda non ne approfitta.
A due minuti dal termine della prima frazione, Strefezza, sempre reattivo, per pochissimo non sigla il vantaggio: l’estremo difensore bresciano respinge di un soffio.
Il secondo tempo non vede cambi ambo le parti: Pajc e Bertagnoli disegnano il vantaggio del Brescia, però, a cancellare tutto ci pensa un ottimo Bleve in uscita.
Chancellor non nuovo a conclusioni aeree, si vede contrapporre il solito portiere giallorosso che non sta facendo per nulla rimpiangere il titolare Gabriel.
Intanto Inzaghi cambia, fuori Jagiello e dentro Palacio. Meccariello e Bleve ci mettono una toppa alle proposizioni di Moreo e di Pajc, difesa del Lecce sotto pressione. Nuovi cambi nel Brescia, Spalek per Tramoni e Moreo per Bajic.
Anche Baroni opta per due cambi, dentro Dermaku e Bjorkengren per Lucioni, vittima di un leggero infortunio e Majer.
A meno di dieci minuti dalla fine del match il Lecce passa, la presenza in area lombarda di Dermaku sugli sviluppi di un corner mette in apprensione Perilli e compagni, dopo una fase concitata la palla si infila all’angolino, il Lecce è in vantaggio, 0-1.
Per il Brescia ancora girandola di cambi Karacic e Olzer per Mateju e Bertagnoli. Nel Lecce fuori Di Mariano e dentro Olivieri.
Minuto ottantasette ed è Bisoli a raggiungere il pareggio, dopo il palo colto da Spalek, il giocatore bresciano non fallisce da due passi, 1-1.
Ben quattro i minuti di recupero e le formazioni sono evidentemente stanchissime. Termina in pari una battaglia assai complessa che dopo una fase tattica culmina agli sgoccioli della clessidra. Per il Lecce un altro risultato utile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here